venerdì 29 maggio 2009

CARPE DIEM

Una giornata 10 di coppe, è come aver bevuto da 10 coppe colme di gioie e amore fino in fondo. La gioia spesso è patetica, ma essendo gioia, è bello anche sentirci intontitamente patetici.
Nulla a che fare col luogo comune “brasiliana, ergo felice”, ma tutto a che vedere col pensiero esistenzialista Oraziano. Carpe diem significa affera il giorno, più tosto che coglie l'attimo, già che l'inesorabile fuga del tempo, geloso, traghetta l'uomo fino alla morte .
Ultimamente sono spesso avvolta dalla tristezza. Le giornate da 10 di coppe sono vere rarità. Di questi giorni, ho anche compiuti (argh!) 41 anni e non posso fingere di non riconoscere la brevità della vita.

Nei tarocchi, le coppe rappresentano tutti gli aspetti affettivi che ruotano intorno al soggetto e lo condizionano. Il n° 10 parla di culmine. Annuncia il prossimo ciclo spronandoci a rimboccarci le maniche. Il momento perfetto per profittare e incominciare qualcosa di nuovo, più carpe diem di cosi! Il difficile, é mettere in pratica questi “consigli” . Viviamo di scadenze, impegni, orari... ma è proprio per questa impietosa e affannosa vita moderna che il messaggio carpe diem è prezioso.
La vita forse non è altro che una successione di innumerevoli istanti che devono essere vissuti, afferrati, prima che il tempo invidioso ci porti troppo presto al capolinea?

19 commenti:

Paul Gatti ha detto...

Già...

silvio di giorgio ha detto...

ancora a lamentarti dei 41 anni...le donne...:-)

Mary Valeriano ha detto...

Silvio my brother! Ho piangiucolato con te (grazie), poi mi sono lamentata sul blog... Se domattina ancora non mi sarà bastato, andrò in piazza col megafono a piangere un altro pocchino... Intanto viva la vita e carpe diem a tutti.

Cruela Cruel Veneno da Silva ha detto...

ciao ragazza,

bene così?

dimenticato la proposta non ho trovato un ottimo segno.

Pensate ad un tema esiste.

baci

rom ha detto...

Mary, il tempo lo dici geloso e invidioso. E se fosse la tempa?

Vado vagante su sentiero collaterale, forse basterà un fischio a evitare che mi perda, a farmi tornare sulla strada maestra della sostenibile tristezza. Geloso è qualcuno in una relazione a tre. Invidioso è qualcuno in una relazione a due.
A è geloso di B a causa della presenza di C. Sono A, B e C: triade.
A è invidioso di B. Sono A e B: diade.
Poi i sentimenti d'invidia e di gelosia possono essere presenti tutti e due, ma non sempre. Sono distinguibili, di solito.
Gelosia e invidia più che sentimenti, sono insiemi, di sentimenti e idee, affetti immagini pensieri.
Il più pericoloso in quanto generalmente più nascosto, più sottile, è l'invidia.
L'affetto dell'invidia, quella vera, quella cattiva, è l'odio, mentre quello della gelosia è la rabbia. La rabbia del geloso è, sì, pericolosa (il geloso può anche far molto male), ma quasi sempre si vede.
L'odio dell'invidioso spesso, invece, non si vede: l'invidioso sa bloccare, paralizzare, castrare, togliere forza alle gambe, disorientare, soffocare, avvilire senza farsi vedere, magari fingendo grande amicizia - è il cosiddetto malocchio: invideo significa proprio questo, guardare con mal occhio.

Invidia, crepa!

Gabyrocket ha detto...

bravo Rom! Condivido con te tutto quello che hai scritto...

Gabyrocket ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mary Valeriano ha detto...

Cruela: Anche tengo in mente il nostro progetto in comune. Faremo faville!
****************

Rom: Che il tempo è geloso, non lo dico io, semplicemente ripetto Orazio, che invitando una giovane a non voler ostinatamente conoscere il futuro attraverso i dei, le dice di godersi la vita, tanto è breve:
"Parliamo e fugge il tempo geloso... Carpe Diem, non pensare a domani..."
Intanto mi associo apassionatamente a
l tuo dire: "Invidia, crepa!" Che più azazecato di cosi nuo può.
******************

Gabyrocket! Grazie per la visita.

Anonimo ha detto...

a mio avviso la vita non è breve: va certamente vissuta momento per momento cogliendo il buono che c'è in ognuno di essi.
ad un momento triste e nostalgico può seguire (anzi direi proprio che seguirà) un qualcosa di travolgente e gioioso: la vita insegna.

comunque che ti lamenti a fà dei tuoi 41 anni??? che dovrei dire io che ne ho 71???
mi vuoi prestare un cappio???

ciao mary sei una ottima blogheira (come dici te)

Giovanni

Anna ha detto...

Da sempre ho sostenuto che cogliere l'attimo è cosa saggia e conveniente. Ora, però, mi risulta difficilissimo. Ma so che le cose cambieranno anche per me.
Grazie per la tua presenza da me e per le parole di conforto.
Un abbraccio.
A.

Mary Valeriano ha detto...

Giovannino mio! Con a uno che mi considera un'ottima blogheira,più tosto che prestarle il cappio, le preparerei una caipirinha da carpe diem, per brindare assieme,che è meglio.
***********************************

Anna!
Certo che per voi, più cogliere l'attimo, c'è da corrergli dietro ad afferrargli per la coda... Una sorta di ginnastica psicologica difficilissima, con slalom fra problemi, complicazioni e battaglie con Berlusconianate varie, provenienti da chi gli attimi non le coglie ne meno, ma se le inventa a di sana pianta, anche sui guai altrui...
Che gli attimi da cogliere, per te siano tanti da riempirti le tue mani da brava carpemdiana.

amatamari ha detto...

Hai compiuto gli anni di questi giorni???
E allora auguri auguri auguri e buon 10 di coppe - se non ho capito male che significa - auguri al gemello primo ed anche al secondo...
:-)

Cris Vieira ha detto...

Oi
Que bom que minhas fotos te emocionaram e lhe trazem lembranças.
bj

Mary Valeriano ha detto...

Amatamari!
Grazie, credo anche che hai capito benissimo il 10 di coppe... e anche i gemelli.
***************************

Cris!
Tuas fotos sao maravilhosas!

monica ha detto...

ieri giorno della festa della repubblica ho finito i miei primi 40 anni....e lasciatemelo dire, di gelosie e invidie ne ho subite tante!nonostante abbia vissuto una vita piene di intemperie...tra violenze, un cancro a 30 anni e una figlia che ormai mi moriva e un marito che mi ha abbandonato....tu mary sai com'è andata....e leggendo tra le righe di questo tuo sfogo, ti dico fregatene pensa alla tua vita alla tua famiglia...purtoppo di gente "cattiva" ne incontrerai sempre...tu vai dritto per la tua strada e credi sempre in te stessa,come tu solo sai fare...di gente che ti vuole bene e che ti stima ce nè a migliardi, e io sono una di quelle...carpe diem Mary...ti voglio bene.....ps inculo ai gelosi e agli invidiosi, e se volete qualcosa di bello...Bè lottate per averlo come fanno tutti,cosi facendo forse sarete felici anche voi....un sorriso monica

Mary Valeriano ha detto...

Moni, amore mio! Auguroni mia sorella bianca e ben venuta negli famigerati anta, ma alla faccia di qualsiasi invidia o guai, io e te siamo ancora uno schianto.
Carpe Diem anche a te.

Anonimo ha detto...

Quando ti accorgi di aver perso il tuo tempo ieri...
ti viene da voltarti indietro come per afferrarlo con le mani... e intanto non ti accorgi che tra qualche ora è già domani..."

Carpe diem allora! L'importante è vederlo e saperlo cogliere! Ade

Anonimo ha detto...

Quello che volevo dire è che cogliere l'attimo è impossibile perché nel momento
in cui lo hai afferrato, è già passato..

.io dico sempre che forse,
l'attimo non si coglie... si crea!

Un salutone Ade

Anonimo ha detto...

You made a few excellent points there. I did a search about the topic and barely got any specific details on other websites, but then happy to be here, really, thanks.

- Lucas