martedì 20 ottobre 2009

TIMORI NEL SESSO

Prima di un incontro di sesso molte donne temono la propria cellulite, inorridiscono per le smagliature. Spesso consideriamo gli uomini, come bambini in una vetrina di giocatoli. Se non siamo le più belle, non saremo scelte.
Gli uomini invece, temono la possibile mancanza di erezione. Si preoccupano della grandezza del pene, come se l’erezione fossi l’espressione massima della virilità. Alcuni considerano la categoria femminile un blocco unico: quello che funziona con una, funziona con tutte, ma anche un pene grande, può diventare un problema, se lui è convinto che le donne reali siano come nei porno: cadono in preda alla ninfomania alla sola vista del pene, mai sazie di orgasmi.
Il massimo della virilità per me, è quando un uomo si dona. Alla fine il buon disimpegno sessuale dell’uomo, dipende dalla compagna che gli sappia svelare i misteri del proprio corpo. Il massimo della femminilità per me è guidare al piacere un uomo.
L’incontro di due persone generose nel donarsi è fatto di movimenti, gesti, sguardi, parole, odori, sapori... che hanno l’intensità del dono, perciò vanno oltre i timori, vincenti su ogni stereotipo, perché è un atto alchemico. E’ fare l’amore.

Ha tutto a che fare con la carta della temperanza, che tanto mi piace.

7 commenti:

Perline e bottoni ha detto...

La mia si deve essere persa o se l'è fregata qualcuno. Con cinismo, buona giornata mia iper ironica Mary.

Mary Valeriano ha detto...

Perline... Sei unica! Ogni tanto un po' di cinismo non guasta, ma lo sai bene che hai in te anche la temperanza... Noi donne siamo geneticamente programate per essere forti, partorire, ecc... La sfiga è quando ci imbattiamo in uomini che decidono di vedere in noi soltanto la forza (per comodismo)e ignorare le nostre fragilità (per vigliacheria).
Che ti capti per le mani (e anche per il resto del corpo)un'uomo che sappia prendere tutta te stessa forte e fragile. Con tutte le qualità, che altri hanno deciso di ignorare, ma che soltanto tu poi dissoterrare.
Che tu possa avere bellissime giornate e che non ci manchi mai l'ironia :-)

Veneris ha detto...

Quello che tu scrivi a proposito del sesso è quello che dovrebbe sempre essere: un donarsi reciproco. E quando succede è fantastico. Ma non ne siamo sempre capaci, e cosi finisce che a volte il sesso può diventare anche uno strumento per scaricare la tensione. Bella anche questa carta.

Mary Valeriano ha detto...

Veneris! Adooooro quando un uomo comprende quello che dico... E guarda che è moooolto dificile :-)
Si vede che sei speciale!

Lucignolo ha detto...

O sai molto bene quello che cerchi nel tuo profondo io, o sei così bravo da scordare tutto quel che hai nel tuo profondo io.

Comunque, se non scorderò tutto, non potrò prescindere dal raggiungere la mia donna prima nei pensieri.

Ma ho un quesito per te, se trovo questa alchimia sotto le macerie della torre, lei porta in tasca il mondo ed io estraggo la morte ?

Umani, bella razza, uomo, animale affascinante solo se sincero, anche con se stesso.

Mary Valeriano ha detto...

Il crollo della torre spesso ci rende liberi. La libertà aiuta a esercitare la saggeza dell'anima e l'anima sa...

Se lei porta il mondo(arcano XXI)per lei, il crollo della torre è un passo importante verso la realizazione.

Se tu estrae la morte(arcanoXIII)per te, il crollo delle certezze è acompagnato dal consiglio di trasformazione. Rinascere dando un taglio netto con ciò che è stato e il "come" della tua rinascia dipende solo da te.

Un abbraccio :-)

Mary Valeriano ha detto...

Il crollo della torre spesso ci rende liberi. La libertà aiuta a esercitare la saggeza dell'anima e l'anima sa...

Se lei porta il mondo(arcano XXI)per lei, il crollo della torre è un passo importante verso la realizazione.

Se tu estrae la morte(arcanoXIII)per te, il crollo delle certezze è acompagnato dal consiglio di trasformazione. Rinascere dando un taglio netto con ciò che è stato e il "come" della tua rinascia dipende solo da te.

Un abbraccio :-)